Associazione | Sportiva | Dilettantistica | Italiana | Arti | Marziali

News Contatti

I nostri Corsi

Taekwondo

I Principi del Taekwondo

La filosofia del Taekwondo ha come fondamento l’etica, la morale, le norme spirituali attraverso le quali gli uomini possano convivere armoniosamente insieme.

Le parole stesse del generale Choi (il fondatore) ci aiutano a capire meglio: «spero sinceramente che attraverso il taekwondo ogni uomo possa acquistare la forza sufficiente per arrivare ad essere il guardiano della giustizia, opponendosi ai conflitti sociali e coltivando lo spirito umano al livello più alto possibile. È con questo spirito che mi sono dedicato all’arte del Taekwondo per tutti i popoli del mondo». Il generale Choi stabilì la filosofia e i seguenti principi come le basi del taekwondo e tutti gli studenti seri di quest’arte li dovrebbero osservare e rispettare attraverso il loro cammino sia nell’arte che nella vita.

Hapkido

L’Hapkido

L’Hapkido (o Hap Ki Do, 합기도 in hangŭl, 合氣道 in hanja) è un’arte marziale coreana. In lingua coreana, Hap significa “coordinazione” o “unione”; Ki descrive l’energia interna, lo spirito, la resistenza, o la forza; e Do significa “arte” o “via”.

Hapkido viene quindi tradotto letteralmente come “unione-energia-via”, ma è più spesso reso come “la via della coordinazione dell’energia” o “l’arte della coordinazione della forza”; il nome, così come l’arte marziale, è affine e derivante dall’Aikido giapponese fondato dal Maestro Morihei Ueshiba (植芝盛平). Condivide i principi di armonia tra aggressore (ruolo di Tori) e aggredito (ruolo di Uke). L’Hapkido incentra la sua principale attenzione al centro del corpo dei due avversari che, fondendosi, formano un centro “sociale” di cui l’Uke fa tesoro, appropriandosene e neutralizzando l’aggressore con l’impiego della sua stessa forza.

L’Hapkido impiega leve, punti di pressione, proiezioni, calci e altri colpi principalmente per la difesa personale. I praticanti di Hapkido imparano a usare e controllare il loro peyang e quello di colui che attacca. Questo perché l’Hapkido enfatizza i movimenti circolari, i movimenti senza opporre resistenza e il controllo dell’avversario.

Benché l’Hapkido contenga sia tecniche di evasione che tecniche di entrata, la fine di molte situazioni consiste nell’avvicinarsi all’avversario per effettuare colpi a breve distanza, leve o proiezioni. Il praticante di Hapkido cerca quindi di avvantaggiarsi attraverso tecniche, cercando di evitare l’uso di forza contro forza.

Ultime News

Stage Hapkido 15.01.2017

A.S.D. Italiana Arti Marziali ORGANIZZA presso il box CROSSFIT Trecate in via Pier lombardo 6/B Uno stage/allenamento di DIFESA PERSONALE – HAPKIDO dalle ore 10 alle 12. Programma: • Tecniche …

Esami Taekwondo passaggi di cintura

Mercoledì 14.12.2016 Sì sono svolti gli esami per il passaggio di grado a Boffalora s.t. Alessandro Pessina ha conseguito con successo passaggio da cintura rossa e cintura nera 1°DAN. Complimenti …